Loading Events

BLAZE

Mostra personale di Giacomo Modolo

Via Giolitti 51 – Torino

27 ottobre – 26 novembre 2022

Inaugurazione giovedì 27 ottobre 16/20

L’artista sarà presente

In occasione della settimana dell’arte torinese, CRAG Gallery presenta la mostra BLAZE, personale dell’artista Giacomo Modolo (Vicenza, 1988) dal 27 ottobre al 26 novembre 2022.

La mostra nasce da una nuova ricerca del giovane artista, realizzato in parte a Torino, dopo un lungo periodo di riflessione sulla sua pratica pittorica, interiore ed estetica, un rito purificatorio.

La scelta stilistica e contenutistica della ricerca di Giacomo Modolo mette in primo piano il discorso della Forma, in particolare attraverso la rappresentazione dei felini, protagonisti indiscussi delle nuove opere, sia da un punto di vista simbolico e sia per la loro anatomia appagante per l’artista.

A partire dalla Forma si evolvono i quadri, con una forte base decorativa che deriva dalla formazione accademica di Modolo, alternando piani più fluidi ad altri schematici, passando dall’aspetto illustrativo e narrativo ad una ricerca che ricorda il manifesto.

La pittura talvolta più gestuale viene alternata a soluzioni e campiture piatte, dando rilievo alle differenti fasi tra progettazione e realizzazione.

Gli animali, guardiani della composizione, si mescolano con il paesaggio astratto, che spesso si trasforma diventando fiamma (un falò depurativo) o bandiera (quale ricerca di una identità che già permaneva nelle opere precedenti).

Tra le fiamme e i fumi psichedelici le immagini bruciano e si rigenerano nel continuo ricambio di linee, volto a dare forma alla tessitura di una trama. Decorazione e gesto creano immaginari iconici, quasi manifesti grafici dalle fattezze fluide, teatrali e dichiaratamente illustrative.

Ed è in questo rituale che sono gettate nel fuoco le bandiere, gli animali feroci e le relazioni, ovvero tutto quello che si fa simbolo delle certezze quotidiane dell’artista come il senso di appartenenza a qualcosa o a qualcuno.

“Blaze, utilizzando termini musicali, a me più amichevoli, non si tratta di un album completo ma piuttosto di una “demo” di pochi brani: scritti nel mezzo di una carriera già avviata ed impegnati a tracciare una pagina, seppur sperimentale, di cambiamento (estetico e spirituale).”

mostra visitabile ma – sa 11/13 e 15.30/19 o su appuntamento


BLAZE

Personal exhibition of Giacomo Modolo

Via Giolitti 51 – Turin

27 October – 26 November 2022

Opening Thursday 27 October 16/20

The artist will be present

On the occasion of the Turin art week, CRAG Gallery presents the BLAZE exhibition, a personal exhibition by the artist Giacomo Modolo (Vicenza, 1988).

The exhibition was born from a new pictorial cycle of the young artist, realized in part in Turin, after a long period of reflection on his pictorial practice, and a crescendo of interior and aesthetic research, a purifying rite.

The stylistic and content choice of Giacomo Modolo’s research highlights the discourse of Form, in particular through the representation of felines, the undisputed protagonists of the new works, both from a symbolic point of view and for their satisfying anatomy for the artist.

The paintings therefore evolve starting from the Form, with a strong decorative base that derives from Modolo’s academic training, alternating more fluid planes with other schematic ones, passing from the illustrative and narrative aspect to a research that recalls the manifesto.

Sometimes more gestural painting is alternated with solutions and flat backgrounds, emphasizing the different phases between design and construction.

The animals, guardians of the composition, mingle with the abstract landscape, which often transforms itself into a flame (a purifying bonfire) or a flag (as a search for an identity that already persisted in previous works).

Between the flames and the psychedelic fumes the images burn and regenerate themselves in the continuous exchange of lines, aimed at giving shape to the weaving of a plot. Decoration and gesture create iconic imaginaries, almost graphic posters with fluid, theatrical and openly illustrative features.

And it is in this ritual that flags, ferocious animals and relationships are thrown into the fire, that is, everything that becomes a symbol of the artist’s daily certainties such as the sense of belonging to something or someone.

“Blaze is not a pictorial cycle. Using musical terms, more friendly to me, this is not a complete album but rather a “demo” of a few songs: written in the middle of a career already underway and committed to tracing a page, albeit experimental, of change (aesthetic and spiritual).”

exhibition open from 11 am to 1 pm and from 3.30 pm to 7 pm or by appointment